Scuole Valposchiavo

Annunci

Orari per l'anno scolastico 2017-18 (classi elementari) nella sezione documenti.

 

 
OAI
bersaglio.jpg 

OAI-Giochi di un tempo
una settimana diversa

 galleria fotografica
   

PRIMO GIORNO

Dapprima i maestri ci hanno illustrato il programma settimanale che ci è risultato molto variato ed interessante. Poi abbiamo formato dei gruppi, con i quali avremmo lavorato tutta la settimana. Dopodiché abbiamo preparato varie domande da porre ad una persona anziana di nostra conoscenza che avremmo poi intervistato il giorno seguente.

Infine abbiamo assistito ad un'interessante testimonianza da parte di una signora anziana di nome Gritli Olgiati. Lei ci ha parlato dei giochi che c'erano un tempo. Per esempio cuc (nascondino), vei (rincorrersi) e molti altri... A noi è rimasta impressa notare la lucidità della signora che ha ben 97 anni!

Nel pomeriggio ci siamo recati nei pressi di La Rasiga per costruire lo "sclupet". Dapprima abbiamo tagliato dei pezzi di sambuco per poi togliergli il midollo. Con un rametto di nocciolo abbiamo costruito il percussore dello "sclupet". Con un altro pezzo di sambuco abbiamo infine creato il manico del percussore, dopo l'abbiamo abbellito. Siamo ritornati a scuola per dare l'ultimo ritocco ad alcuni dei nostri manufatti. Erano tutti diversi e molto particolari, ci siamo davvero divertiti durante questa costruzione.

SECONDO GIORNO

Il secondo giorno di progetto è iniziato con un'altra interessante presentazione dell'ex maestro Giovanni Lanfranchi, anche lui sorprendentemente in gamba data la sua età (93 anni). Egli ci ha raccontato dei giochi maschili di un tempo. Ci ha descritto i seguenti giochi: "gon-gon", "stocal", "öf marsc" ed ha parlato pure di molti altri giochi che si facevano all'aperto.

Dopo 45 minuti di intenso racconto si è congedato da noi e "dalla sua cara ex scuola". Successivamente, in gruppi, ci siamo diretti dalla persona anziana che avremmo intervistato. In seguito siamo ritornati a scuola e abbiamo trascritto l'intervista sul computer e l'abbiamo stampata.

Nel pomeriggio, in  diverse squadre (o gruppi) abbiamo illustrato su un cartellone i vari giochi che si praticavano una volta all'aperto: "stocal", "scispada", "anel chitel", "ciona" e "li chichi".

TERZO GIORNO

Alla mattina ci siamo trovati tutti in riva al lago. Lì ogni gruppo ha costruito il proprio gioco antico e poi tutti hanno avuto modo d'imparare e provare quelli degli altri. In seguito, c'è chi ha costruito "l'arbul" (mulinello), ci sono stati inoltre due gruppi che si sono sfidati nella costruzione di un omino in sassi e di una barchetta in legno.

Durante il pomeriggio alcuni hanno provato il gioco delle bocce al Bocciodromo di Prada, mentre altri si sono cimentati nella costruzione di "un scigul" al Mot da la Val.

QUARTO GIORNO

Durante la mattinata abbiamo dato gli ultimi ritocchi ai nostri oggetti e ai nostri cartelloni. Poi dai maestri ci è stato affidato un argomento che abbiamo trattato durante tutta la settimana e che abbiamo poi presentato nel pomeriggio agli anziani, e il lunedì ai nostri compagni. In alcuni gruppi è stato costruito al "carel", una specie di macchina (o carro armato) rudimentale recuperato con materiali di scarto. Inoltre, ci siamo sfidati in una gara di "sclupet" con tanto di bersaglio.

Il pomeriggio passato in Casa Anziani con la presentazione del nostro progetto è stata un'esperienza diversa dal solito.

  

 

 
< Prec.   Pros. >